© Copyright 2023. No animals were harmed in the making

fabio orecchini - fabio.orecchini-poesia@gmail.com

  • w-facebook
  • w-tbird
  • w-flickr

Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso.

  

Fabio Orecchini (Roma,1981)

Le dinamiche bio-politiche e i processi di <<incorporazione>> (embodiment) sono il fondamento dei suoi lavori artistici, eco-grafie in grado di coniugare ricerca sul campo, scrittura e sperimentazione formale ed intermediale. Ha presentato i suoi lavori nei maggiori Festival italiani di poesia, nei Musei d'arte contemporanea Ex G.I.L di Campobasso, MAXXI di Roma, Palazzetto dei Nobili de L'Aquila, presso la Biblioteca Nazionale, l'Accademia d'Ungheria, il Teatro Argentina e la Fondazione Primoli di Roma e nelle ArtFactory Rialto Sant'Ambrogio, Esc, Ex-Dogana (Roma), Riot (Napoli), Emerson (Firenze), Cassero (Bologna), Bioforme (Milano) Festiwall (Ragusa) e nei teatri Vascello, India, Apollo11, ValleOccupato (Roma), Basaglia (Trieste) e Binario7 (Monza). Suoi testi e opere visive sono apparsi su numerose riviste tra cui Alfabeta2, Versodove, L'Ulisse, Metromorfosi ed Argo ed è presente nel documentario "GenerazioneY - Poesia italiana ultima" andato in onda su Rai5.  Nel 2014 ha pubblicato per i tipi di Luca Sossella Editore l’opera testuale e verbosonora Dismissione (post-fazione di Gabriele Frasca / prima ed. Polimata, Ex-tratione, 2010), in collaborazione con il progetto musicale Pane. Del periodo 2016-2018 l'installazione testuale ed artistica TerraeMotus (Premio ELIO PAGLIARANI 2018 per Innovazione e fusione dei linguaggi), in bilico tra performance di scrittura continua, body-art, visual  e installazione sonora. Partitura dell'installazione il testo  Per Os (nota di Tommaso Ottonieri) pubblicato per le edizioni Sigismundus nel 2017. Ha realizzato opere video con i poeti Elio Pagliarani, Giuliano Mesa, Giulio Marzaioli  (progetto [A]livepoetry ) e molti altri ancora. Ha collaborato con l'Art Factory Rialto Sant'Ambrogio di Roma, per la quale ha organizzato mostre ed installazioni d'arte contemporanea; Attualmente Editor e direttore della collana Talee per Argolibri, marchio editoriale legato alla storica rivista Argo, per la quale ha curato il volume Calpestare l'oblio(Cattedrale, 2010) e la prima edizione italiana di After Lorca (Gwynplaine, 2018 - Premio Benno Geiger per la traduzione) di Jack Spicer. Ha inoltre curato il volume L'altra voce - epistolario della poetessa argentina A.Pizarnik per la casa editrice Giometti&Antonello. Ha vinto, con opere inedite, il Premio Città di Gallipoli e l'edizione XVII del Premio Poesia di Strada.  

Vive a Paliano, nella campagna ciociara, lavorando come agricoltore.

Poet and artist Fabio Orecchini (Roma 1981) creates works that cross different fields of artistic media (visual poetry, installations, performances, videos) turning his attention to the linguistic and cultural dynamics of incorporation and the control of collective imagination. He has presented his work at major Italian Poetry Festivals, his texts and papers have been published in renowned Italian literary magazines (Alfabeta2, versodove, inpensiero, Argo, etc.) and a major national lit-blog. In 2014 his textual and sound work ‘Dismissione’ was published by Luca Sossella Editor, in collaboration with the musical project ‘Pane’. This work has been presented on several national radio stations and on Rai5TV  featured in the documentary "Generation Y - last Italian Poetry". It has been performed many times, notably at the Museum of Contemporary Art MAXXI (Rome) and the theaters: Valle, and India (Roma). In 2015 his installation "Terrae Motus" (PAGLIARANI PRIZE 2018) realized in collaboration with many italian and international artists,was performed/exhibited at the Museum of Contemporary Art Ex GIL (Campobasso), National Library, the art factory Rialto Sant'ambrogio, Ex-Dogana, Esc (Rome), at the festival Licenze Poetiche (Macerata), La luna e I calanchi (Aliano), Tu se sai dire dillo (Bioforme, Milan) and PoesiaPresente (Binario7 Theatre, Monza); 'Per Os', poem and archi-texture of this Installation, was published (2016, Nov) by Sigismundus Editor.

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now